On. Euro Deputati adesso dovete farvi sentire!

Pubblicato il 22 Lug 2014

L’associazione ha ritenuto opportuno rivolgersi direttamente agli europarlamentari sardi con un lettera, nella quale viene ribadita la necessità di un’azione più incisiva in sede europea per offrire alla nostra isola migliori prospettive.

Onorevoli deputati

S. Teresa Gallura, 13/06/2014
On. Renato Soru
On. Salvatore Cicu
On. Giulia Moi

Egr.i On. Euro Deputati,
A nome mio e dei numerosi soci che rappresento, formulo i più sentiti auguri per la vostra elezione al parlamento europeo. Nonostante la stortura legislativa, abbiamo conseguito un risultato di tutto rispetto, che ci permette di dialogare con l’Europa in  modo rassicurante.
Molto, però, dipende da voi, che costituite un’importante risorsa da utilizzare in modo ottimale. La competizione elettorale è terminata ed ora è tempo di agire in perfetta armonia, per recuperare i gravi ritardi nella elaborazione  e nella realizzazione di programmi e progetti che diano alla Sardegna una nuova spinta produttiva.
Il nostro sodalizio è nato, in particolare, per combattere contro il caro trasporti, che costituisce il primo e il più grave  dei problemi che affliggono la nostra terra. Sostenendo istituzioni pubbliche  e private,impegnate nella difesa di diritti sacrosanti rivendicati dalla popolazione sarda, abbiamo conseguito qualche risultato importante ma non intendiamo fermarci a raccogliere medagliette. Non ci interessano. Intendiamo, invece, continuare a batterci perché la nostra terra abbia un futuro migliore.
Partendo da questo proposito, vogliamo sostenervi nella vostra difficile e delicata missione agendo in sinergia,soprattutto nei momenti in cui sarà necessario battersi a muso duro per assicurare alla nostra isola forza e credibilità nei maggiori consensi internazionali.
Non piegatevi a basse operazioni partitiche e non deludeteci.
Rinnovo gli auguri e porgo i più cordiali saluti.
Dott. Antonio Paolo Vincentelli
Presidente Associazione “Sardegna:svegliamoci!”

Sardegna Svegliamoci – Lettera agli Euro Parlamentari della Sardegna

Print Friendly
Top