Articoli Pubblicati in marzo, 2013

Comunicato “Zona Franca”

Comunicato “Zona Franca”

Venerdì 21 marzo 2013 “Sardegna: Svegliamoci!”, insieme al Sindaco, Stefano Pisciottu, e alle principali istituzioni economiche e produttive di Santa Teresa Gallura, ha organizzato un “incontro informativo” pubblico sull’argomento “Zona franca”. Era presente anche il sindaco di Perfugas, Mario Satta, che ha effettuato un interessante intervento. Ad illustrare l’argomento sono stati invitati la dott.ssa Maria Rosaria Randaccio, ex intendente di finanza, e il prof .Paolo Fois, docente di diritto internazionale all’Università  di Sassari. Inizialmente era stato previsto il solo intervento della dott.ssa Randaccio ma, dopo una attenta valutazione della situazione, il Consiglio direttivo di Sardegna: Svegliamoci!” ha ritenuto opportuno invitare anche il prof. Fois per arricchire il dibattito con un’altra figura di alto livello e consentire al pubblico di ampliare la propria conoscenza sul tema. Purtroppo, forse per la delicatezza dell’argomento e/o per la tensione legata alle aspettative della gente, si è¨ verificato un “incidente di percorso”. Dopo un primo intervento del prof. Fois (in attesa dell’arrivo della dott.ssa Randaccio, che è giunta dopo circa un’ora rispetto all’orario previsto), che ha richiamato l’attenzione sulla difficoltà  e complessità  dell’iter tecnico burocratico che dovranno seguire le pratiche riguardanti la richiesta dell’istituzione della “Zona franca”, ha preso la parola la dott.ssa Randaccio, che ha tagliato corto sulle difficoltà  dell’attuazione del progetto “Zona franca ” ed ha effettuato degli apprezzamenti non proprio lusinghieri sulle argomentazioni del prof. Fois. E’ nato un vivace scontro tra i due relatori, bloccato dal deciso intervento del moderatore e del presidente di “Sardegna: Svegliamoci !”, che hanno richiamato la dott.ssa Randaccio ad usare forme espressive più corrette. Il sindaco Pisciottu ha abbandonato la sala in segno di solidarietà  nei confronti del prof. Fois ed in seguito ha emesso un comunicato su Facebock chiarendo le ragioni della sua azione ed illustrando le deliberazioni adottate dall’amministrazione comunale per sostenere l’istituzione della Zona franca anche a S. Teresa (sull’argomento si era già  espresso nella fase introduttiva dei lavori). Lo spiacevole episodio ha “macchiato” in qualche modo la riunione, che era stata onorata da una imponente partecipazione di persone fortemente interessate all’evento. “Sardegna: Svegliamoci!” tiene a sottolineare che è assolutamente a favore della istituzione della Zona franca ma ritiene che per affrontare dibattiti di tale importanza occorra, prima di tutto, il massimo rispetto delle opinioni che ognuno, per la parte che gli compete, deve poter esprimere liberamente. Il sodalizio rinnova l’invito al popolo sardo perché si mobiliti in modo unitario mettendo da parte divergenze ideologiche, culturali e/o politiche, nell’unico interesse che deve prevalere su tutto: il bene della nostra terra. E’ con rammarico che “Sardegna: Svegliamoci!” prende atto della decisione del sindaco Pisciottu di abbandonare la sala dell’incontro per solidarietà  nei confronti del prof. Fois. Solidarietà, peraltro, pienamente manifestata dal moderatore e dal presidente di “Sardegna: svegliamoci!”. Il sodalizio coglie l’occasione per ringraziare Pisciottu di aver sempre dato la massima disponibilità  e il proprio apporto nelle iniziative che “Sardegna: svegliamoci!” ha intrapreso per sostenere lo sviluppo della Sardegna,combattere il caro trasporti, valorizzare (e non penalizzare) l’insularità. La tensione che si è verificata in occasione dell’incontro è da ritenersi figlia della crisi generale, che colpisce pesantemente anche la Sardegna. Un’occasione di più per chiedere a tutte le persone di buona volontà di perseverare in un’azione sempre più concreta ed incisiva per attuare, nelle forme ritenute più produttive, il progetto “Zona...

Leggi tutto
Top